Skip to content

W la Coppa Sudamericana!!!!! Newell’s – Estudiantes

19 settembre 2010

Giovedi 16 Setembre, per la Coppa Sudamericana partita d’andata del secondo turno allo stadio Coloso “Marcelo Bielsa” di Rosario giocano il Newell’s vs Estudiantes La Plata, partita ad Alto Rischio e per questo si decide di farla giocare nel pomeriggio alle ore 17.

 

La Barra del Newell’s “La Hinchada Mas Popular” è divisa in due gruppi, quelli che rispondono alle ordini del “Panadero” -fornaio- Ochoa e quelli del gruppo “Los Monos” -le scimie- commandati dai fratelli Canteros. Il gruppo del Fornaio è il più importante ma il fornaio al commando non ha tanta esperienza, è al commando da meno da 4 mesi dopo che il vecchio capo “El Pimpi” Camino viene ucciso in una misteriosa sparatoria mentre beveva una birra in un bar. “Il Pimpi” era molto bravo ed era riuscito a dividere gli affari della Barra, a lui e la sua gente il controllo di tutto quello che ha da fare con il Calcio (organizzazione dei pullman, soldi per le trasferte, biglietti omaggio da vendere, vendita di materiale, ecc) ai ragazzi de “Los Monos” la vendita della droga all’interno della curva e in quella zona Sud della città. Morto “El Pimpi” il Fornaio Ochoa ha voluto controllare tutto, quelli de “Los Monos” volevano anche la parte del Fornaio e cosi 10 giorni fa per Newell’s – Indipendiente si sono picchiati in curva. La Dirigenza dell Newell’s con la Polizia di Rosario e “Il Fornaio” hanno fatto l’elenco delle persone pericolose presentando al tribunale la lista con i nomi di tutti quelli del gruppo “Los Monos” a tutti viene applicato il “Derecho de Admision” e non potranno entrare alle partite del Newell’s in casa.

Un ora prima della partita e mentre la gente sta arrivando allo stadio nel Parco dell’Indipendenza una Renault 19 con 4 uomini a bordo inizia a sparare verso la gente per fortuna non ci sono feriti, scatta subito l’allarme e la polizia riesce a fermare la macchina e portare in questura i quattro occupanti tutti di età compressa tra 19-21 anni appartenenti tutti al gruppo Los Monos (Le scimie), ma non e finita qua. Mentre si giocava il secondo tempo dell secondo anello della curva “Diego Armando Maradona” i ragazzi della “Banda del Panadero” Ochoa rompevano il bagno e lanciavano i pezzi di mattone verso il parco dove c’erano fuori quelli esclusi grazie al “Derecho de Admision” del gruppo “Los Monos” assieme a Pedro Bismark detto “Il Pazzo Demente” ex capo Barra dei primi anni 90 che si sta organizzando per ritornare.

Dopo questi scontri l’unico che sembra avere le idee chiare e il capo della Polizia di Rosario, il Sr. Daniel Cabrera “Ci sono due gruppi che fanno casino, si scontrano?? che problema c’e, la cosa da fare e dividergli, ci sono 2 curve dividiamo il settore ospite in due e mettiamo un gruppo del Newells nella Curva Maradona l’altro dell’altra parte di fianco agli ospiti, se si applica il “Derecho de Admision” per un gruppo e per l’altro no, non e giusto e la rabbia aumenta”.

Lasciamo la curva Rossonera e andiamo dall’altra parte:

Approfittandosene della situazione della Curva del Newell’s e sapendo che tutta la Polizia aveva gli occhi puntati sui Rossoneri, la Barra dell’Estudiantes viaggia a Rosario per giocarsi un altra battaglia per il controllo totale con circa l’80%  della curva sotto “Derecho de Admision” e visto che la comunicazione tra il Tribunale de La Plata e quello di Rosario è nulla quindi nessun divieto tutti dentro, le due opposte fazioni della curva “Pincharrata” si danno appuntamento, allo stadio arrivano prima quelli de “La Familia Pincharrata” con il suo capo il “Morsa” Montero erede di Hache Alonso e -De La Canal,-ammazzatto in una sparatoria con la polizia dopo un furto ad una banca, Montero non puo assistere alle partite dell’Estudiantes in casa e lascia tutto sotto il controllo dei suoi secondini “El Conejo” e “Il Ruso” il gruppo arriva in 30 persone divise tra 2 furgoni e macchinate. Con qualche minuto di ritardo gia a partita iniziata arrivano “Los Leales” -I Fedeli- del “Gato” Socio partiti da Ensenada un quartiere di La Plata in 3 pullman ma a destinazione ne arrivera solo 1. 

“Il Gato” che anche lui ha il divieto perche colpito con “Derecho de Admision” non puo andare a vedere il pincha quando gioca in casa -per la Recopa Sudamericana con Liga de Quito era riuscito ad entrare lo stesso con una parrucca depistando i controlli ma non i ragazzi dell’altro gruppo, riconosciutto da “El Conejo” e “Il Russo” e stato picchiato e cacciato fuori lo stadio –

Il gruppo del “Gato” entra in curva e vuole appendere lo striscione “Los Leales” vengono subito attaccati della Familia Pincharrata, la polizia riesce ad intervenire in fretta e prende posseso dello striscione che poi verra’ riconsegnato a fine partita.

Ma a partita finita si sono scontrati nuovamente e si sono sparati a vicenda nel Parco dietro lo stadio. Al momento il commando della curva resta in mano da La Familia Pincharrata e i ragazzi del “Morsa” Montero che è riuscito a formare un gruppo con la gente dei quartieri El Churrasco “La bistecca”, La Favela e San Lorenzo, più malfamati de La Plata e oltre a questi ragazzi ha anche l’appoggio logistico di “Marianito” un ragazzo della città di Buenos Aires che ha degli agganci con la polizia.

In mezzo c’e stata anche una partita di calcio e per la cronaca il Newell’s vince al 93′ con un gol di Formica.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 20 settembre 2010 14:04

    Cazzo…sembra la trama di una telenovelas…un casino della madonna…tutti contro tutti…e anche i nomi non scherzano: Panadero, El Pimpi, Pedro Bismark detto "Il Pazzo Demente", "Morsa" Montero, Hache Alonso, "El Conejo", "Il Ruso", Gato, Marianito…

  2. 20 settembre 2010 14:23

    Molliamo tutto e andiamo a vivere al quartiere "El Churrasco"!!!!

  3. anonimo permalink
    21 settembre 2010 08:59

    "El Hace" Alonso è ancora vivo però…….. 

  4. 21 settembre 2010 13:37

    In effeti stiamo preparando un errata corrige perche abbiam tradotto un articolo del giornale sportivo Olè dove il giornalista ha scambiato De La Canal per "Hache" Alonso che era in galera, chiediamo scusa mentre prepariamo un Dossier speciale sulla storia della Barra del Pincha.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: