Skip to content

Musica para las Masas: Luca Prodan e SUMO

3 dicembre 2010

Era il 1985 un compagno di scuola scriveva ovunque SUMO, una volta incuriosito ho chiesto lui: ma che cazzo e questo SUMO??? un gruppo musicale che spacca il culo mi ha risposto, quel giorno sono uscito da scuola e con 12 anni e i soldi che avevo in tasca andai di corsa a Musimundo un megastore di dischi a comperare la cassetta “Divididos por la Felicidad” fu il mio primo disco, mentre scrivo questo post lo ascolto in un mp3 e penso cazzo questi era 30 anni avanti 25 anni fa!!!!!!

Se si parla di SUMO si parla di LUCA PRODAN l’uomo diventato leggenda e mito del rock Argentino e l’uomo che ha rivoluzionato il rock Argentino non e di Buenos Aires, ne di Cordoba ne di Rosario, l’uomo che ha rivoluzionato la musica Argentina e ROMANO!!!!!

LUCA nasce a Roma il 17 Maggio 1953 e il terzo di quatro fratelli figlio di un diplomatico Italiano, finisce la scuola elementare e i suoi si trasferiscono in Scozia, Luca viene iscritto all College Gordonstoun dove secondo la leggenda picchia un compagno di scuola che non e niente meno che il Principe Charles dell’Inghilterra, nell’ultimo anno e gia con uno spirito ribelle si da alla fuga e sparisce, la madre denuncia la scomparsa e viene ricercato dell’Interpol, nel mentre Luca gira l’Europa e viene ritrovato a Roma fermato dai vigili urbani mentre girava per la capitale in moto senza casco accompagnando un amico che era alla guida.

A mettà degli anni 70 va a vivere a Londra gli piaceva il rock sinfonico e la musica psicodelica e forma la sua prima Band : The New Clear Heads mentre suona inizia a fare uso di eroina, smette solo quando trovano la sorella morta in macchina per overdose. Lascia Londra e torna a Roma dove un giorno riceve una lettera di un vecchio compagno di scuola Timmy McKern un Argentino tornato in patria, assieme alla lettera c’era una foto di Timmy nelle collline di Cordoba, Luca si innamoro del paesagio e decide di dare una svolta alla sua vita, vende tutto in Italia e parte per l’Argentina voleva diventare contadino, si compra una console di 4 canali e registra i suoi primi pezzi ma si stanca della vita monotona della campania Cordobesa e decide di provare fortuna a Buenos Aires nel quartiere Hurlingham della periferia ovest dove conosce German Daffunchio (cognato di Timmy) che suonava la chitarra e decidono di formare una band, Luca torna in Inghilterra per comperare strumenti musicali e convincere Sthepanie Nuttal la sua vecchia batterista di trasferisi a Buenos Aires, cosi che a Ottobre 1981 nasce SUMO, suonano nei piccoli Pubs della zona Ovest il 20 Marzo 1982 partecipano ad un festival nel Club Estudiantes di Buenos Aires dove suonano per 20.000 persone assieme a Los Violadores e altri gruppi della scena under, ma il 2 Aprile scopia la guerra con Inghilterra per le Malvinas e Sthepanie decide di lasciare l’Argentina e tornare a casa, il suo posto alla batteria lo prende Alejandro Sokol che era il bassista e al basso entra Diego Arnedo un ragazzo che divideva il suo tempo suonando il basso e giocando nella primavera dell’ATLANTA.
Nel 1984 Sokol lascia la batteria e al suo posto subentra “Superman” Troglio e un altro chitarrista Ricardo Mollo amico di Daffunchio, un giornalista che suona il Sax un certo Roberto Pettinato viene invitato a suonare con la Band e diventera’ membro ufficiale.
Il 1985 e l’anno della svolta un promoter discografico della CBS gli offre un contrato ed esce cosi il suo primo LP chiamato “Divididos por la Felicidad” (Divisi per la gioia) omaggio a Joy Division il gruppo preferito di Luca, il disco vende subito 15.000 copie e Sumo viene chiamato a fare di gruppo spalla a Nina Hagen e INXS allo stadio del Velez.
Nel 86 esce il secondo LP “Llegando los monos” (stano arrivando le scimie) presentata ufficialmente allo stadio coperto del Club Obras Sanitarias con il tutto esaurito.
Il 10 ottobre 87 sempre allo stadio Obras presentano il suo terzo LP “After Chabon” (Chabon significa tizio in linguagio di strada di Buenos Aires) ma Luca non sta bene di salute ha dei grossi problemi con l’alcool il 20 Dicembre i SUMO suonano ad un festival allo stadio del Club Los Andes con LOS VIOLADORES, dopo circa 40 minuti di concerto Luca guarda al publico e dice “Questo e l’ultimo” e partono con “Fuck You” un pezzo rabioso finisce e va via da solo a casa, viene trovato morto sul letto 2 giorni dopo con una botiglia di genevere BOLS la sua bevanda preferita aveva 34 anni e l’autopsia parla di arresto cardiaco e cirrosi epatica.


-Luca vive nel cuore dei tifosi del Excursionistas-

Con la morte di LUCA muore anche SUMO, non aveva senso continuare insieme i ragazzi si dividono Mollo e Arnedo formano DIVIDIDOS e Troglio e Daffunchio formano LAS PELOTAS cosi abbiamo 2 nuovi gruppi DIVISI -LE PALLE!!!!!.

LUCA e stato veramente un grande, cantava in spagnolo con acento italiano e in inglese e non c’era nessuno meglio di lui a descrivere la realta del Argentina, se vi piace ascoltare il Reggae/Psicodelia/New Wave/Post Punk e la roba strana vi consiglio di scaricare tutti i dischi di SUMO.

Chiudiamo il post con il pezzo che ha fatto diventare famosi SUMO originalmente si chiamava “Una noche en New York City” (Una serata a New York City) che era la Disco più figa di Buenos Aires, il pezzo cambio nome per il primo LP e si chiamo “La Rubia Tarada” (La Bionda stupida)


 

 

LA RUBIA TARADA Caras conchetas, miradas berretas
Y hombres encajados en fiorucci.
Oigo “dame” y “quiero” y “no te metas”
“te gustó el nuevo bertolucci?”.

La rubia tarada, bronceada, aburrida,
Me dice “por qué te pelaste?”
Y yo “por el asco que dá tu sociedad.
Por el pelo de hoy ¿cuánto gastaste?”

Un pseudo punkito, con el acento finito
Quiere hacer el chico malo.
Tuerce la boca, se arregla el pelito,
Se toma un trago y vuelve a belgrano.

Basta! me voy, rumbo a la puerta
Y después al boliche a la esquina
A tomar una ginebra con gente despierta.
Esta si que es argentina!
LA BIONDA STUPIDA

Faccine da fighetti, sguardi fasulli
E uomini che indossanoi  FIORUCCI.
Sento “Dammi” e “voglio” e “lascia stare”
“ti e piaciuto il nuovo  BERTOLUCCI?”.

La bionda stupida, abbronzata, noiosa,
Mi chiede “perche ti sei rasato i capelli?”
Ed io rispondo “per lo schifo che mi fa la  tua società.
Per l’acconciatura d’oggi ¿cosa hai speso?”

Un pseudo punkito, con l’acento fighetto
Vuole diventare un ragazzo cattivo.
storce la bocca, si pettina i capelli,
Si beve un Drink e torna al quartiere Belgrano.

Basta! me ne vado verso la porta
e dopo al pub dell’incrocio
a bere una genevere BOLS con della gente sveglia
questa si che è l’Argentina!!!!!!!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: