Skip to content

Campionato nuovo, Osservatorio nuovo.

11 febbraio 2011


Inizia la ufficalmente la stagione 2011 e dopo il calciomercato delle squadre arriva anche il calciomercato dell’Osservatorio con l’ex Capo Perez rinviato a giudizio per corruzione la “Secretaria de Seguridad” o meglio il SUBSEF -l’osservatorio argentino- e finito nelle mani di Cristina Caamaño (quella a sinistra nella foto sopra-l’altra donna e la Ministro della sicurezza la Sig.ra Garrè)

La Signora Caamaño era un sconosciutto P.M fino ad ottobre 2010 quando ha dovuto condurre le indagini per la morte di Mariano Ferreyra un militante di estrema sinistra assasinato in una manifestazione politica da un gruppo di sindicalisti ferroviari, L’Ottimo lavoro della Caamaño e finito con l’arresto di Cristian Favale un barra-brava del Defensa y Justicia (squadra della B Nazionale) della periferia Sud di Buenos Aires con contatti all’interno della 12, un altro barra-brava finito in galera e Gabriel Sanchez del Racing Club tutte e due sono accusati di aver sparato contro i militanti di sinistra.
La Ministro Nilda Garrè e rimasta sorpresa per come sono andati avanti le indagini e come ha lavorato Caamaño e ha pensato subito a lei per coprire il posto vacante come Risponsabile del SUBSEF.

“La prima cosa che voglio eliminate è il cosidetto “Occhio Calcistico” cioe decidere tutto in base all’occhio!, bisogna smettere di definire il 90% delle partite come di altissimo rischio, voglio capire partita per partita quanti poliziotti occorrono, come sono messi gli impianti sportivi (NESSUNO DEGLI STADI DI BUENOS AIRES è A NORMA) anche questo fa la sicurezza!” sono state le prime dichiarazioni della nuova dirigente.
Altre dichiarazioni al giornale sportivo Olè:
“Ho parlato con tutti i dirigenti delle squadre più importanti, voglio capire che ruolo giocano loro e le loro barras, non sempre e colpa della polizia”
“Ho capito che nel 90% dei casi il problema e all’interno della stessa tifoseria, se dobbiamo fare 2 settori per dividere i gruppi della stessa tifoseria lo si fara’ cosi non ci saranno più problemi ma non finisce tutto qua, bisogna approffondire con el DERECHO DE ADMISION -divieto di accesso allo stadio- dobbiamo creare e aggiornare il database per aiutare la polizia”

Inizia una nuova era nella lotta contro la violenza negli stadi, adesso tocca ad una femmina che sembra disposta a parlare e capire il problema, la tipa sembra abbastanza in gamba, sembra aver capito che il problema della violenza non sono solo i BARRAS, ma anche dirigenti – polizia e stadi non a norma- a noi l’unica cosa che ci interessa e che finisca con il DIVIETO DI TRASFERTA PER LE TIFOSERIE DELLE SERIE MINORI, una MISSURA ASSURDA E SENZA SENSO. Vediamo dove arriva sta signora o meglio dove la fanno arrivare.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: