Skip to content

Bentornato Ricardo "EL LOCO" Barreda!!!!!!!!

31 marzo 2011

 

BARREDA con la sciarpa del Pincha, vuole solo tornare in curva!-

Domenica 15 Novembre 1992, città di La Plata, l’Odontologo Ricardo Barrera si sveglia carico vuole cercare di ricomporre i rapporti con la sua moglie, fa colazione e gli dice “vado a pulire le ragnatele” la risposta della moglie e dura e fredda come sempre “Vai a pulire che i lavori da “conchita” (figa) sono quelli che fai meglio!!!” , Ricardo cambia idea e decide di andare a tagliare il prato del giardino di casa, va in garage apre un armadio per trovare le forbici e dentro trova un vecchio fucile da caccia, la doppieta della Victor Sarrasqueta che sua suocera gli aveva portato della Spagna, lo carica e fa la scorta delle cartuccie.
Va in cucina e trova la moglie Gladys Mc Donald e la figlia Adriana, carica e punta verso la moglie Bum!!!! “Mamma e pazzo!!!” urla la figlia Bum!! fuori anche lei, la suocera sente il rumore e scende dal primo piano, appena si fa vedere dalle scale Ricardo carica nuovamente il fucile e vede la suocera, la colpevole della rovina della sua famiglia Bum Bum Bum!!! 3 spari e vai!!!! Cecilia la figlia minore scende di corsa, scavalca il cadavere della nonna lo guarda e gli dice “Cosa hai combinato figlio di puttana????” Lui la guarda, era la sua preferita, ci pensa un attimo carica e Bum!!!!!
Finita l’opera “El Loco” raccoglie le cartuccie e gli mette in una scatolina, carica il fucile nel baule della sua Ford torna in sala dissordina tutto crea confusione per depistare e far credere che si trattava di una rapina finita male, esce di casa in macchina si ferma vicino apre un tombino e butta la scatolina con i proiettili, poi va verso Punta Lara e butta il fucile in un torrente, fa colazione al bar va a fare una visita allo ZOO de La Plata e poi un salto al Cimitero a portare un fiore ai suoi genitori, alle 16:30 si trova con una vecchia amica Hilda e va in un Motel a trombare, torna a casa a mezzanotte i corpi erano li per terra, chiama l’Ambulanza e la polizia all’arrivo dei poliziotti era tranquillo, racconta la storia della rapina ma il Commissario lo porta in questura a La Plata e gli fa vedere il Codice Penale art 34 che parla del Inimputabilità se e incapace de intendere e di volere, Barreda si sente al sicuro e confessa tutto.
Processato nel 1995 “El Loco” racconto tutto davanti al Giudice, tutto coi minimi dettagli, non c’e la facceva più la suocera e la moglie l’umiliavano in continuazione e lui ha detto basta!
“El Loco” non voleva essere considerato un incapace d’intendere e di volere, ha dichiarato che non era pazzo ma che aveva fatto fuori tutta la famiglia perche non sopportava più l’essere umiliato “Non mi pento! nelle stesse circostanze,Se tornassi in dietro rifarei tutto quello che ho fatto!!”, viene condanato al ERGASTOLO.

Nel Carcere di Gorina nella periferia de La Plata diventa subito l’Idolo Assoluto dei detenuti, il Dentista sistema i denti di tutti i ragazzi gratis e lo vogliono come un padre, si sente pre la prima volta utile, inizia a studiare giurisprudenza e stabilisce tramite lettere un nuovo rapporto amoroso con una donna.
Il 23 Maggio 2008 gli concedono gli arresti domiciliari per avere una buona condotta in carcere  e aver dimostrato segni di pentimento oltre ad avere più di 70 anni.
Barreda si trasferisce dalla sua morosa nel quartiere di Belgrano, il 29 Marzo 2011 il Tribunale di La Plata gli concede la LIBERTA CONDIZIONALE,  “EL LOCO” “EL DENTISTA” torna Libero i vicini di Belgrano hanno paura “E un pazzo ha amazzato la sua famiglia!!!” “E un assasino ha ucciso 4 persone!!” vogliono che vada via del quartiere ma a lui non gliene frega più di tanto “FInalmente sono libero e posso uscire a fare una passeggiata tranquilamente!!!”
Eduardo Gutierrez l’avvocato del Dentista ha detto “Ricardo si trova bene, e molto contento e la prima cosa che mi ha chiesto dopo che gli ho comunicato che era libero e se lo posso portare a vedere l’ESTUDIANTES, la prossima partita vuole andare a tifare ESTUDIANTES, vuole conoscere lo Stadio Unico ed essere in curva a incitare la sua squadra del cuore, spero solo di riuscire a trovarle il biglietto”
Se tutto va bene EL LOCO sara’ in curva del ESTUDIANTES tra pochi giorni quando allo stadio unico il Pincha affrontera’ il San Lorenzo in uno scontro al vertice!

BENTORNATO RICARDO!!!!!!
Noi ti salutiamo con un pezzo degli ATTAQUE 77!!!

Barreda’s way -ATTAQUE 77

Usted que analiza mi vida
Y que opina lo que hubiera hecho en mi lugar…
Tal vez tuve otra alternativa,
Hasta pude evitar éste final y escapar…
Pero decidí esperar y aguantar.

Tuve una esposa y dos hijas
Y mi suegra basureandome de aquí para allá,
Siempre me decían “conchita”
Me trataban como mierda sin razón en mi hogar…

Pero un día me cansé de esperar
Ya no quería seguir volviéndome insano.
Se burlaron de mí y ahí nomás les disparé…
Si volviera a nacer lo habría intentado otra vez.

Barreda’s Way – ATTAQUE 77
Lei che analizza la mia vita
Cosa ne pensa? cosa avrebbe fatto al mio posto…
Forse non avevo altra scelta,
Forse si poteva evitare e sfuggire …
Ma ho deciso di aspettare e sopportare.

Avevo una moglie e due figlie
E anche una suocera prendendomi in giro di qua e di là
Mi chiamavano sempre “FIGA”
Mi hanno trattato come merda senza motivo a casa mia …

Ma un giorno mi sono stancato di aspettare
E non volevo continuare a impazzire.
Mi hanno preso in giro e le ho amazzate proprio lì …
Se tornassi a nascere rifarei tutto .

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: