Skip to content

I "cugini" caduti in disgrazia: Momentaccio per Bohemios e Funebreros

10 ottobre 2011

Siamo alla 10 giornata della B Nacional e i “cugini” e Funebreros e Bohemios o meglio Chacarita e Atlanta stano attraversando un momentaccio!!!
El Funebrero è l’ultima della Classifica, domenica scorsa prima del big match contro Almirante Brown i dirigenti del Chacarita hanno chiamato Don Daniel della vicina chiesa del Santissimo Sacramento di San Martin per benedire lo stadio cercando di portar via la sfiga, in parte ha portato fortuna, il funebrero ha pareggiato al 50’ST con un rigore dubbio ma i tifosi hanno contestato duramente la squadra “Que se vayan todos que no quede ni uno solo!!” Via tutti e che non resti più nessuno!!!

Se a San Martin l’aria e pesante a Villa Crespo la pazienzia dei tifosi del Bohemio è finita!
Dopo la pesante sconfitta 1-7 con il River Plate la barra non ha gradito lo scambio di maglie dei giocatori Bohemios con quelli del River e la mancanza de impegno e grinta!, sabato a Villa Crespo il pubblico si aspettava una prova di orgoglio da parte della squadra ma si sapeva che sarebbe stata durissima, di fronte c’era l’INSTITUTO di Cordoba la squadra più in forma del momento e per i Bohemios si fa dura sin dall’inizio, gli ospiti archiviano la prattica in 8 minuti con 2 gol e nel secondo tempo chiudono in belleza con un secco 0-4, ha fine partita il presidente Bohemio entra in campo parla coi giocatori e questi vanno sotto la curva che continua a cantare “Soy de Atlanta!!” chiedono scuse e lanciano le maglie.
Ma la Barra del Bohemio non gradisce il gesto e per la prima volta nella storia una barra torna a lanciare in campo le maglie dei giocatori!!! iniziando la contestazione con la storica canzone “La Camiseta de Atlanta se tiene que transpirar y si no no se la pongan, vayanse no roben mas!!!”  – “La maglia dell’Atlanta si deve sudare e se non vi piace non indossatela, andate via e non rubate più!!” i giocatori uscirano dallo stadio 2 ore dopo per un uscita secondaria, l’unico a salvarsi e il giovanile Matias Castro che lascia il campo piangendo come un bambino, Matias è figlio di Fabian “Pepe” Castro una storica bandiera dell’Atlanta, all’uscita solo applausi e incoraggiamento da parte dei tifosi. Il terz’ultimo posto in classifica e l’ultimo posto nella classifica dei promedios non e proprio quello che i tifosi del Bohemio aspettavano di questa squadra. Si puo perdere ma con dignita!!! FUORI LE PALLE!!!!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: