Skip to content

Auguri Horacio!!!! e buon week end de piñas!!

14 ottobre 2011

Il 14 Ottobre 1934 nella Villa Diamante di Lanus nasceva HORACIO ACCAVALLO figlio di un emigrato italiano di Potenza e madre Argentina.
Famiglia molto povera gli Accavallo non avevano quasi niente da mangiare non sapevano ne leggere ne scrivere e Horacio da bambino gira la città con suo padre destinazione "La Quema" (la scarica della monezza) di Parque Patricios dove cerca bottiglie di vetro e cartone per poi rivenderle e guadagnare qualche spicciolo per mangiare, a 6 anni lascia la scuola elementare dopo aver finito solo la prima classe e inizia a lavorare per un Circo Ruso come pagliaccio e trapezista prendeva 20 pesos alla settimana quanto bastava per mangiare, ma un giorno il Circo parte per il Brasile e "ROQUIñO" resta a piedi, inizia a lavorare come lustrascarpe nel quartiere di Pompeya e le domeniche va sempre allo stadio del RACING squadra del cuore dove oltre a tifare per l'ACADEMIA si fa qualche soldino vendendo caramelle torroni e cioccolata.
La svolta arriva ai 16 anni, un amico l'invita ad un incontro pugilistico nel Social Club di Villa Diamante, Horacio finito l'incontro parla con Mr Aldovandri l'allenatore della palestra e inizia a prendere lezioni di pugilato.
Il 21-09-1957 inizia la sua carriera a Buenos Aires vincento per KO contro Emilio Avila.
Il 1958 è l'anno della svolta nella sua carriera, HORACIO si trasferisce in ITALIA, sbarca a in Sardegna dove il 12 Ottobre a Cagliari in uno stadio da calcio e davanti a 50.000 spettatori vince ai punti dopo 8 round contro SALVATORE BURRUNI.
In Italia Horacio vince sempre ai punti contro Giacomo Spano, Francisco Carreño, Angelo Rampin, Salvatore Manca e Pablo Osuna; pareggia due volte con Spano e una con Manca perdendo solo l'ultimo incontro a Sassari contro SALVATORE BURRUNI che è il primo a sconfiggere l'Argentino.
Di ritorno a Buenos Aires il 1-7-61 al Luna Park vince il Titolo Argentino contro Carlos Rodriguez e tre mesi dopo sempre al Luna Park vince il Titolo Sudamericano contro l'uruguaiano Jupiter Mansilla.
Il 7 Agosto 1965 sempre al Luna Park HORACIO con 51,700kg vince ai punti contro il Campione del Mondo Salvatore Burruni.
Il 1 Marzo 1966 al Nihon Budokan di Tokio c'e la finale del Mondo per conquistare il titolo lasciato vacante da Burruni, Katsuyoshi Takayama vs Horacio Accavallo, vince l'Argentino ai punti e diventa Campione del Mondo dei Pesi Mosca, diventando il secondo Argentino dopo Pascual Perez a vincere il Titolo del Mondo.
Come campione in carica fara' due difese la prima a Buenos Aires contro il Panamense Efren Torres il 10-12-66  in un Luna Park strapieno e l'ultima difesa il 12-08-67 sempre al Luna Park di Buenos Aires contro Hiroyuki Ebihara vincendo sempre ai punti, tra queste 2 difese fa un incontro ufficiale a Tokio contro Kishoyi Tanabe perdendo per KOT al 6 round e la sua seconda sconfitta.
Il 12 Ottobre 1967 si ritira del Pugilato lasciando il titolo vacante, coi soldi che aveva fatto con il pugilato Horacio apre una catena di negozi di articoli sportivi e un autosalone a Lanus.
Oggi Horacio dopo qualche problemino di salute continua a girare per Buenos Aires lo si puo trovare nei punti di vendita di Accavallo Deportes o nell'Academia di Boxeo del Racing Club dove i ragazzi del Racing gli hanno intitolato la Palestra.
Una volta gli hanno chiesto se aver vinto il Titolo Mondiale era stata la gioia più grande e lui rispose: "No, e stata una settimana dopo quando sono tornato in Argentina, c'era RACING-BOCA, sono entrato in campo con la cintura di Campione e mi ha applaudito tutto lo stadio, ho fatto il giro del campo e poi sono andato via di corsa con una emozione grandissima!"
AUGURI HORACIO; piccolo GRANDE UOMO maestro di vita, il ragazzino povero che non sapeva ne leggere ne scrivere non aveva niente da mangiare e che con cuore e grinta e riuscito a conquistare il mondo!!!!!

 

-HORACIO con l'Accappatoio del RACING CLUB che indossava sempre-

 

Nel 1995 i 2 Minutos gruppo Punk lo invita a participare di un pezzo "Piñas van, Piñas vienen"  cazzotti vanno, cazzotti vengono Horacio fa l'intro del pezzo
"Yo HORACIO ACCAVALLO, gracias por el homenaje a todos los boxeadores campeones del mundo, NO ME BAJES LOS BRAZOS PENDEJO!!! vamo' todavia!!!!"
Io Horacio Accavallo, grazie per l'omaggio a tutti i pugili campioni del mondo, NON ABBASSARE LA GUARDIA RAGAZZO!!!!!! vamo' cazzo!!!!
La canzone e stata composta col famoso coro goliardico "Piñas van Piñas vienen, los muchachos se entretienen!!"
Cazzotti vanno, cazzotti vengono i ragazzi si intratengono /divertono tutto puo succedere per una donna, tutto puo succedere per qualche soldo!!

Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Todo puede ser por una mujer
Todo puede ser por algún billete.
Víctor Galindez, Carlos Monzón, Nicolino Loche,
Horacio Acavallo.

Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Todo puede ser por una mujer
Todo puede ser por algún billete.
Víctor Galindez, Carlos Monzón, Ringo Bonavena, Uby Sacco.

Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Piñas van, piñas vienen, los muchachos se entretienen
Piñas van, piñas vienen
Piñas van, piñas vienen.

E con questo pezzo dei 2 Minutos vi auguro un Buon Week end e NON ABBASSATE LA GUARDIA E CONTINUATE A LOTTARE!!!!!!!!!!!
NO ME BAJES LOS BRAZOS PENDEJO!!!!!!!!!!!!!

Annunci
One Comment leave one →
  1. anonimo permalink
    15 ottobre 2011 17:41

    Auguri Horacio, auguri paisà… 

    el muttley

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: