Skip to content

La faida de Los Borrachos: l’agguato a “El Chino”

17 febbraio 2012

Ieri sera vi abbiamo informato da un agguato all’interno del parcheggio dello stadio Monumental, le prime notizie parlavano da un Barra aggredito da altri 4 Barras, e con una ferita d’arma da taglio al volto.
Alla fine niente lame solo un cross di destro alla mascella che ha provocato ferite minori a Jose Casal detto “EL CHINO”  -nella foto sopra il primo che ha il telefonino in mano-; “El Chino” era il nesso tra Los Borrachos e i dirigenti del River, uomo di fiducia di Daniel Passarella al punto di essere il responsabile della sicurezza del Monumental, fu lui ad aprire le porte degli spogliatoi ai Barras che sono entrati nell’intervallo di River-Belgrano a minacciare l’arbitro Sergio Pezzotta.
Dopo la retrocessione del River “El Chino” sarebbe stato minacciato dalla Barra “Non farti più vedere da queste parti!” e ieri “El Chino” e tornato e los borrachos hanno fatto valere la loro parola “è andata bene, si vede che solo volevano intimorirlo” dichiara alla stampa argentina un socio del River amico de “El Chino”.
Ma delle voci in questo momento se ne stanno sentendo parecchie,  la versione ufficiale cioè quella che dicono alcuni dirigenti del River e che la Dirigenza sta cercando di tagliare i finanziamenti alla Barra,  meno biglietti omaggio e meno soldi, della parte de Los Borrachos dicono che loro sanno che ci sono meno biglietti e meno soldi, ma sospettano che “El Chino” che e quello che prende i biglietti e li porta ai ragazzi non consegna il 100% ma si tiene qualche percentuale per lui, con il River in serie B con la grandissima richiesta dei biglietti i tagliandi costano una bella cifra che si intasca solo “El Chino” ed e per questo motivo che e stato colpito al volto di un cross lanciato da “El Uruguayo” Larrain membro della Barra Brava.
L’ultima voce che gira parla che stamattina a Buenos Aires, “El Chino” doveva presentarsi ai Tribunali di Buenos Aires per dichiarare per le minacce all’arbitro Pezzotta, i Barras volevano dare un segnale a lui di non parlare troppo, forse nelle prime dichiarazioni “El Chino” aveva fatto dei nomi cosa che ovviamente non è piaciuta a Los borrachos.
Sui fatti di ieri indaga il commissariato 51 di Buenos Aires

 

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 18 febbraio 2012 12:30

    Bohemio, a me risulta che fosse Gabriel Riccio l’uomo di Passarella referente dei Borrachos e precisamente di “JaJo”.
    😉

  2. 19 febbraio 2012 07:26

    https://vamolopibe.wordpress.com/2011/06/30/gabriel-riccio-radiografia-deluomo-della-sicurezza-del-monumental/

    Gabriel Riccio e Jose Casal sono della stessa parte, Riccio era il capo della sicurezza del club, sono tutti uomini di Daniel Passarella!

Trackbacks

  1. La faida de Los Borrachos: l’agguato a “El Chino” - Avanti Ultras!
  2. La faida de Los Borrachos: l’agguato a “El Chino” « Finchè morte non ci separi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: