Skip to content

Interior Violento: Pomeriggio di follia a Cipolletti per il Torneo Argentino A e altre 3 partite sospese nel Torneo del Interior

27 febbraio 2012

RIOT “The best thing in footwear” pubblicità giusta al posto giusto!!!!!!

Quello che è successo ieri a Cipolletti ha dell’incredibile ma siamo in Argentina nel Torneo Argentino A (terza divisione del calcio) e conoscendo i cervelloni del Co.Pro.Se.De ormai non ci sorprende più niente.
Allo Stadio “De La Visera” di Cipolletti la squadra di casa riceve il Deportivo Maipù di Mendoza, non corre buon sangue tra le 2 tifoserie del Cipolletti (i ragazzi del “Cipo” sono divisi in 2 fazioni) e i “Bodegueros” del Maipù, lo Stadio del Cipolletti è in fase di ristrutturazione e per guadagnare metri per il terreno di gioco stanno smontando il settore ospite di 4 gradini di legno dietro una delle porte, siccome ci sono lavori in corso il settore non era agibile, ma “qualcuno” ha pensato di far condividere i DISTINTI LATERALI con i 3 gruppi!!! dividendo un pezzo del settore con nastro e un poliziotto ogni 3 metri per evitare lo scontro tra Barras.
Da Mendoza arrivano in 50 belli e decisi e quindi appena mettono piede nei distinti succede quel che doveva succedere, cori offensivi lancio di sassi e bottiglie e poi lotta corpo a corpo e intervento delle forze dell’ordine o disordine che iniziano a sparare lacrimogeni e tutti quelli del Maipu finiscono fuori lo stadio.
L’arbitro e deciso a sospendere il match ma poi parla coi presidenti, polizia e giocatori e decidono di giocare, i tifosi del Maipu vengono piazzati nel settore ospite che non e agibile ma va bene lo stesso! l’importante e giocare la partita.
A 4 minuti della fine del match lo speaker annuncia che i tifosi del Cipolletti devono restare dentro fin quando quelli del Maipu non sono andati via tutti, a questo punto i tifosi locali decidono di salutare gli ospiti lanciando bottiglie, certamente gli ospiti non stanno fermi sopra tutto in una curva che è un cantiere aperto con sassi, pezzi di ferro/legno e tutto quello che si può trovare in un cantiere! Entra in azione nuovamente la polizia che coi lacrimogeni svuota il settore ospite, a questo punto l’arbitro Bocca della sezione di Bahia Blanca decide di sospendere la partita per “falta de garantias” o mancanza di sicurezza!
Se pensavate che era tutto finito qua vi sbagliavate cari amici! con la partita già sospesa l’arbitro stava lasciando il terreno di gioco mentre va via infilando il tunnel dietro di lui c’e il fotografo Juan Thomes del giornale “La Mañana” di Cipolletti mentre il fotografo lascia il terreno di gioco un magazziniere del Cipolletti lo sputa in faccia!, il fotografo esce dello spogliatoio e lo cerca in Tribuna per chiedere il motivo dell’aggressione, ma il magazziniere non ha idea migliore che darle una testata in faccia, un altro magazziniere lo colpisce di dietro e scappa in mezzo alla polizia che non fa niente per fermarlo(foto).

Dopo essere stato medicato dal dottore del Club Thomes lascia lo stadio e mentre sta uscendo viene colpito un’altra volta in faccia! Stavolta la polizia non sta ferma a guardare e inizia a lanciare lo spray al peperoncino generando un caos all’uscita della tribuna.  Thomes ha denunciato l’aggressione nel commissariato numero 4 di Cipolletti.

Torneo del Interior: 3 partite sospese
Sesta e ultima giornata dei gironi di qualificazioni per i mega play-off finali della  quinta divisione del calcio dell’Interior, 3 partite non sono finite e 1 non si e mai giocata.
Per il girone di qualificazione per la provincia di Entre Rios, La Academia di Galarza ha deciso di ritirare la squadra e non si e presentata a giocare contro l’Atletico Uruguay,  Dirigenti-giocatori e tifosi della squadra di Galarza hanno deciso di ritirare la squadra quindi non giocare perdere 0-3 a tavolino e pagare alla Federcalcio la multa dopo quello che avevano vissuto 7 giorni prima nella trasferta di Concepciòn contro l’Almagro. I dirigenti de La Academia hanno denunciato che sono stati minacciati prima e durante il match (perso 1-2 al 92′) da parte dei dirigenti e giocatori dell’Almagro, “c’era gente che girava dentro il terreno di gioco e negli spogliatoi con il ferro in tasca! minacciando i miei ragazzi di continuo, noi non giochiamo più, non voglio tornare a casa con un morto! paghiamo la multa e non giochiamo più un torneo in queste condizioni!” sono le parole del presidente.
La prima delle gare sospese si gioca nella provincia di Formosa, a Pirané i locali del 19 de Marzo affrontano lo Sportivo Cultural di Castelli (provincia del Chaco) i locali devono vincere a tutti i costi, il primo tempo finisce 0-2, nel 5 dei sei minuti di recupero raggiungono il pareggio 2-2 e scoppia una rissa in campo tra giocatori, l’arbitro decide di sospendere la partita che a questo punto finirà 2-2 decretando l’eliminazione dei locali e gli ospiti che passano il turno ma bisogna attendere il referto dell’arbitro per vedere eventuali squalifiche per i play-off.
La seconda partita sospesa e a Villa Merlo nella provincia centrale di San Luis, i locali del San Martin affrontano il Atletico Concaran con gli ospiti in vantaggio 2-0 a pochi minuti della fine i tifosi locali iniziano a lanciare sassi verso il terreno di gioco, l’arbitro chiede garanzie alla polizia per continuare a giocare, non ci sono risposte quindi partita sospesa a i locali del San Martin che perderanno sicuramente questa partita e quindi vengono eliminati dal Torneo.
L’ultima partita sospesa si gioca a Mendoza, Atletico Comercio vince 1-0 contro l’Argentino de Mendoza , per l’Argentino (la squadra più popolare della provincia fino ai primi anni 80) e i suoi 500 tifosi al seguito la sconfitta vuol dire addio al torneo, mancano 15 minuti e serve solo la vittoria ma in 9 contro 11 si fa dura, la tifoseria decide di farla finita invadendo il terreno di gioco per portare a casa una maglia come ricordo, i giocatori restano in mutande e cosi non si può continuare, partita sospesa, ma nessun problema per l’ordine pubblico. 

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 1 marzo 2012 14:38

    Ah, il famoso Cipolletti. Quello che disputò una partita con l’Atlanta a Villa Crespo in cui l’arbitro ne combinò di tutti i colori e con lo speaker dello stadio che incitava il pubblico di aggredirlo 😀

    Vabbè, in questo caso lo speaker è stato più equilibrato, ma solo perchè l’arbitro non ha fatto danni 😉

    • 1 marzo 2012 19:06

      Di quella partita avevo il servizio del TG Canal 9 di Buenos Aires, era una vecchia VHS con il concerto dei LOS VIOLADORES nella disco PALLADIUM presentanto il loro terzo disco “FUERA DE SEKTOR” subito dopo avevo registrato il servizio con le immagini, purtroppo la cassetta non l’ho più trovata a casa mia.
      Per fortuna quel giorno c’era poca gente allo stadio, alcuni ragazzi sono riusciti ad entrare in campo, poi e partita una violenta carica della polizia, mi ricordo che mi son dovuto imboscare nel bagno, sono rimasto dentro perche la polizia picchiava tutto e tutti, saro’ uscito 30 minuti dopo la fine.
      Per quell’aggressione ci hanno tolto tutti i punti che avevamo a quel momento, quindi siamo finiti all’ultimo posto in classifica a Zero e con praticamente impossibile salvarsi con la storia dei promedios!

Trackbacks

  1. Interior Violento: Pomeriggio di follia a Cipolletti per il Torneo Argentino A e altre 3 partite sospese nel Torneo del Interior « Finchè morte non ci separi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: