Skip to content

Gli scontri di San Martin: “Se non ci piantavamo ci ammazzavano”

16 marzo 2012

Quello che e successo domenica scorsa allo stadio del Chacarita ha sconvolto l’ambiente del calcio Argentino, una partita SENZA TIFOSI OSPITI -vi ricordiamo che dell’Atlanta solo c’era un gruppo di 40 dirigenti- che a fine partita rischiano di essere ammazzati de “La famosa banda” dei codardi.
Che poteva succedere qualcosa di brutto lo si sapeva già in netto anticipo quando i dirigenti del Chacarita non volevano la TV in diretta di questa partita. Nel girone d’andata a Villa Crespo i dirigenti del Chacarita erano stati piazzati nel settore ospite chiuso e custoditi da 50 poliziotti che l’Atlanta aveva pagato appositamente, nessun problema per i funebreros. Nessuno poteva immaginarsi che al ritorno tutto girasse in modo diverso, forse l’ultima spiaggia per la salvezza forse perche e nel loro DNA il tradimento ma incredibilmente i Dirigenti/giocatori non convocati dell’Atlanta si presentano a San Martin e vengono piazzati in un settore ospite chiuso ma che e un cantiere aperto! con 2 soli steward quando allo stadio ci sono 500 poliziotti.
Al 10 minuto del secondo tempo il primo avviso, il Commissario Pedro Romay capo del servizio d’ordine pubblico si avvicina al presidente dell’Atlanta, “il clima e molto teso dovete lasciare il settore e radunarvi negli spogliatoi 10 minuti prima della fine del match” il presidente dell’Atlanta non ci sta, “siete in 500 qua ci sono 2 steward siamo in 40 se Lei sposta 40 uomini basta e avanza!” 30 minuti dopo a parlare con il presidente dei Bohemios è il capo della sicurezza del Chacarita “ragazzi la partita si sta scaldando andate via prima!” la risposta e “Noi abbiam diritto di vederla intera, ci spostiamo appena finita fate il vostro dovere!” Ma a San Martin il dovere lo fanno come Schettino guidando una crociera, il Commissario Romay che dorme i dirigenti del Chacarita assieme alla polizia liberano la zona e “La Famosa Banda” quella che nel 1999 soffre un agguato alla Boca per poi parlare di tradimenti e mancanza di mentalità fa la stessa cosa ma questa volta non contro Barras ma contro dirigenti, le seconde linee della barra arrivano dalla strada e aprono il portone, minacciano di entrare nel settore ospite, alcuni dirigenti hanno paura,attimi di tensione e poi lo scontro finale.
Il Chacarita sa che con questa mossa si ha giocato una fetta grossa di salvezza, infatti il suo stadio e stato chiuso fino alla fine del campionato e i suoi tifosi “normali” non potranno seguire la squadra quando giocherà in trasferta in provincia di Buenos Aires. I Dirigenti sanno di averla fatta grossa e cercano di diventare vittime loro “Tra i dirigenti dell’Atlanta c’erano Barras-Bravas!, loro facevano dei gestacci, ecc ecc” Ma le immagini TV e le Foto sono chiare, La Famosa Banda marcia indietro a casa loro!!!! la possono raccontare come vogliono, che le hanno presse quelli dell’Atlanta (2 finiti in ospedali per ferite di sassi in testa!) ma io mi chiedo, perche se sono usciti in tanti solo in pochi anche col portone aperto sono entrati nel settore ospite? perche gli altri lanciavano sassi (roba da cagoni!) perche uno entra con una spranga e poi corre?? Ma chi sono questi personaggi???

Guardiamo la foto in alto ragazzo di pantaloni neri e maglia bianca, non e un ragazzo qualsiasi è il figlio di uno dei capi storici de La Famosa Banda dei cagoni, il tizio col palo in mano, che sembra il più cazzutto del mondo, adesso analizziamo l’assalto

Si chiama Leonardo “El Pelado” Carambia il Barra-Brava della PRIMA LINEA del Chacarita, se questa e la prima linea adesso capiamo perche gli altri sono dei grandissimi lanciatori dei sassi!!!! ma cosa fa in settimana questo personaggio? lavora nell’anagrafe di San Martin! uomo politico fedele ai Kirchner e collaboratore stretto del Sindaco di San Martin l'”onorevole” Gabriel Katopodis, ovviamente questo soggetto si trova assente del lavoro in malattia!!!.
Resta chiaro quindi che c’e stato una zona liberata dai poliziotti in accordo coi dirigenti del Chacarita e che tra i Barras dei Funebreros ci sono uomini del Sindaco di San Martin.
Mercoledì nella riunione di Lega scontri verbali trai presidenti quello dell’Atlanta che chiede spiegazioni quello del Chacarita che non sa cosa dire. Ma su facebook inizia la campagna per difendersi, si attacca “stavolta mediaticamente” i dirigenti dell’Atlanta, il primo a finire sul occhio del ciclone e Marcello l’accompagnatore della squadra che e il ferito più grave, i funebreros spediscono ai giornali una foto sua con una bara coi colori del Chacarita, foto goliardica fatta 2 anni fa per dimostrare che lui SI è un Barra Brava mentre non sanno chi siano quei 2 che entrano nel settore ospite!!!!
La difesa pubblica di Marcelo e brillante “Sono andato a vedere la partita della mia squadra del cuore, ho visto paura nei dirigenti più anziani, nei giocatori, se restavamo fermi ci rullavano quindi non avevamo altra scelta che partire noi per primi, noi sapevamo di essere in pericolo e siam partiti! non me ne frega un cazzo quello che scrivono i giornali, io non sono un Barra-Brava ma non sono un coglione, non resto fermo ad aspettare che mi ammazzino!”
Mio “AMICO” Marcelo ha un grande guaio pero’ vive a San Martin vicino lo stadio, e quando l’anno saputo questi CAGONI l’hanno minacciato di morte, ieri sera ha dovuto traslocare e lasciare la casa per precauzione, il suo profilo facebook e la sua e-mail sono stati intasati di minacce.
Torniamo alla foto sopra e vediamo l’altro BOHEMIO che parte alla carica, quello in polo celeste con la cinghia in mano.
Si chiama Javier Ibañez anche lui un vecchio compagno di trasferte e del “tablon” anche lui segnalato come un Barra Brava da quelli del Chacarita per come e partito alla carica!! anche lui dirigente dell’Atlanta e anche lui come el “cagon” Carambia dipendente pubblico, ma lui non è uno che non fa un cazzo della mattina alla sera rubando uno stipendio all’anagrafe, Javier e un noto ingegnere di Buenos Aires lui e il titolare dell’Agenzia di Controllo del Governo della città, i funebreros cercano di farlo diventare carnefice ma il discorso non regge perche tanto lui come Marcelo hanno fatto uso del diritto di legittima difesa, si sono sentiti minacciati e hanno risposto.

Mi dispiace per i tifosi “normali” del Chacarita, quelli che grazie alla Famosa Banda (quella che da fine anni 70 fino ai primi 90 era la più violenta e che dal 93 in avanti colleziona figure di merde)  e ai suoi dirigenti non potranno più vedere dal vivo il Chacarita in questo campionato.

Come “hincha” dell’ATLANTA vorrei ringraziare particolarmente quei 2 CAGONI della Famosa Banda, quelli che hanno cercato di fare la figura del Barra-Brava e che poi affrontati a mani nude sono spariti alla Usain Bolt, questo clasico ci mancava da 12 anni, voi avete riacceso il fuoco sacro del derby!, io avevo visto dal vivo alla Famosa Banda uscire di Villa Crespo coi trapos portati via di un furgone della Polizia Federal, vi avevo visto fare il numero per TV quando avete esposto gli striscioni dei vostri amici del Central dicendo che erano nostri, vi avevo visto da vicino nel 98 quando avete fatto finta di invadere il nostro settore e sono rimasto appeso alla rete difendendo il mio striscione sotto la pioggia dei vostri sassi (sempre cosi)  mi mancavate tantissimo, e adesso sta figura di merda, fatte finta di ammazzarci di distruggere tutto e poi???? Fuga per la vittoria!!!!

Grazie per aver dimostrato che “La Mentira se acabo” e finita la bugia della Famosa Banda!!!!! possono essere 1000 volte più di noi, se siete una squadra che rappresenta un quartiere della Città di Buenos Aires e un Distretto della periferia con più di 1 milione di abitanti, noi siamo un realtà di BARRIO (di quello che avete dovuto lasciare 70 anni fa!), a differenza di altre tifoserie non abbiamo ne un distretto ne delle Favelas al seguito, siamo quelli che siamo e vogliamo rimanere cosi, siamo fieri di noi stessi, poi cari funebreros raccontatela come volete, le immagini parlano da sole a sfondare siete stati voi e a scappare dopo aver fatto una figura di merda siete stati voi, inutile che vi vantate di aver mandato 2 persone all’ospedale grazie al lancio dei sassi!!! grazie ragazzi!!!

E sopratutto grazie per aver dimostrato la grandezza dei miei vecchi amici e compagni di trasferte, grazie Marcelo,Gustavo, Javier, Alan, “La Garza” e “El Cordobes” LA BANDA DEL DUNA ROJO!!! sempre presenti!!!!

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: