Skip to content

Interior Violento: Freddato un tifoso del Racing Olavarria a fine partita

30 aprile 2012

– Lutto ne La Barra del Chaira –

 -Leandro Panciola R.I.P-

La cronaca violenta ci porta ad Olavarria, nel centro della provincia di Buenos Aires a 350 km di distanza della città di Buenos Aires, domenica si giocava la partita del TORNEO ARGENTINO A tra il Racing Olavarria ed il Crucero del Norte vinta dagli ospiti 1-0, tutto sotto controllo nessun problema sembrava un pomeriggio tranquillo e invece pochi minuti dopo il fischio finale e quando lo stadio Buglione Martinese de Olavarria era ormai vuoto a 200 metri si sente un colpo di pistola.
A finire per terra è un ragazzo di 18 anni barra del Racing colpito al torace, trasportato d’urgenza muore poco dopo l’arrivo in ospedale, il ragazzo si chiamava Leandro Pianciola.

Dalle prime ricostruzioni Leandro è stato freddato da uno sparo fatto da un motociclista all’incrocio tra via Libano e Cerrito a 200 metri dello stadio Buglione Martinese de Olavarria,  dopo l’omicidio la polizia locale si è attivata subito riuscendo ad identificare e fermare il motociclista autore dello sparo, si tratta di Luis Marias, anche lui diciottenne, che è stato fermato nella vicina città di Azul, a 35 km da Olavarria.
Sui fatti sta indagando la PM di Olavarria Viviana Beytia, le prime ricostruzioni parlano che Luis Marias era entrato allo stadio nel secondo tempo cercando Leandro Panciola, all’interno dello stadio non è successo assolutamente niente, l’ha inseguito e freddato a 200 metri di distanza. L’omicida si trova in stato di fermo nel commissariato di Azul, la polizia non voleva portalo ad Olavarria per evitare incidenti con i parenti e amici della vittima.
I motivi dell’aggressione sono tutti ancora da chiarire ma per la polizia è chiaro che si tratta di problemi personali tra l’omicida e la vittima che non centrano assolutamente niente con il mondo del calcio ne delle barras bravas.
La famiglia del ragazzo sta chiedendo ai testimoni dei fatti di presentarsi volontariamente nel commissariato di Olavarria per testimoniare e aiutare a chiarire i fatti affinchè l’omicidio di Leandro non resti impunito.

Riposa in pace Leandro.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: