Skip to content

Independiente: Florencia Arietto, la donna che affronterà i Barras Bravas

31 agosto 2012

Quelli che vedete nella foto qui sopra possono sembrare gli appartenenti ad un gruppo Gothic o Metal, ma non c’entra assolutamente niente con la musica!
Sono i membri di “Arde la Ciudad” (Brucia la città, prende il nome da un brano del gruppo rock La Mancha de Rolando) una ONG di Buenos Aires che lavora assistendo bambini a rischio sociale di cui è presidente l’avvocato Floriencia Arietto, 35 anni, ossia la bionda di bianco.

Florencia si è avvicinata Cantero, il presidente dell’Independiente, dopo aver visto il video nel quale parlava e affrontava il leader della Barra Brava “BeboteAlvarez.
Dopo aver visto le immagini ho telefonato subito il presidente e gli ho chiesto un incontro, abbiamo parlato a lungo e mi sono resa disponibile per lavorare contro le mafie delle barras bravas”
Dopo qualche settimana mi hanno chiamato, il Club aveva appena esonerato della funzione di Responsabile della sicurezza, un poliziotto che era stato denunciato per abusi di potere e per aver torturato fino alla morte una ragazza nel commissariato di Florencio Varela, mi hanno chiesto di prendere il suo posto e non potevo dire di no! C’e la metterò tutta!”
Ho studiato giurisprudenza e sono diventata avvocato per difendere i più deboli, oggi i più deboli sono quelli che non possono andare allo stadio con i figli, con la famiglia perche ci sono i barras bravas!”

Da domani, sabato 1 settembre, Florencia diventerà la prima donna responsabile della Sicurezza di un Club di Calcio, dovrà affrontare e lottare contro la barra brava “Sono convinta che con la legge, la giustizia una polizia onesta e l’impegno dei cittadini possiamo combattere contro le barras bravas. Vengo a dare fastidio al business delle barras bravas, ma sono convinta che possiamo sradicare i violenti degli stadi, le barras non sono tifosi sono delinquenti! La cultura e la festa del calcio non va bene quando ci sono pallottole e la gente si ammazza!”

Girando per Internet abbiamo trovato un articolo che Florencia ha scritto per il suo blog personale  il 19 gennaio 2012.

BARRAS-BRAVAS: cronache della corruzione che uccide:

Alla fine tutto ha che fare con tutto,  i leader politici di quartieri popolari, spacciatori, trafficanti di armi, e le persone che girano intorno al mondo del calcio sono la stessa cosa.
Che esempio intendiamo dare a quei ragazzi che sono nati e cresciuti nei quartieri più poveri, dove ancora oggi nel ventunesimo secolo non ci sono fognature, non c’e elettricità ne acqua corrente e lo Stato si vede solo come la polizia militarizzata che fa la guardia pretoriana con l’oggetto di proteggere il giro di affari loschi?
Come possiamo spiegare ad un ragazzo di 15 anni cresciuto in quelle condizioni  che un Barra Brava o l’assassino di un poliziotto non è un eroe, che quella non è la strada e che bisogna combattere per uscire da quel fango? Si può uscire sporco di fango ma c’è anche una via d’uscita.
I Barras Bravas sono un cancro che sta uccidendo il calcio argentino, tutta quella festa del calcio, il pranzare a casa e poi andare tutti inseme allo stadio è stato ucciso delle Barras, la festa del calcio l’hanno rovinata loro! Ma questo non sarebbe potuto succedere senza i politici corrotti ciechi e bugiardi che non hanno voluto vedere quel che succedeva e senza la complicità della polizia, giocatori, allenatori e dirigenti.
Fa male vedere i giocatori prendersi cura del proprio “orticello” battendo le mani e salutando dentro lo stadio le Barras Bravas,  poi montano sulla loro macchina importata e vanno verso le loro case nei quartieri benestanti, fa male vederli mantenere quella omertà verso quegli assassini che impongono la loro forza attraverso la legge del piombo.
Criminali protetti dai politici e dalla polizia che stanno sporcando il pallone! Nessuno, tranne i politici corrotti di turno li puo difendere! Vogliamo che venga applicato a loro il “derecho de admision” e vogliamo vederli in galera, fuori dagli stadi a vita!
Vogliamo dare ai bambini che crescono negli stessi quartieri di questi criminali la possibilità di sognare un futuro migliore, per sapere che si può uscire e affrontare il futuro a testa alta con dignità!
Tutto il lavoro che noi con la ONG facciamo per questi ragazzi viene interrotto o va perso per questo cancro!
Le barras bravas sono un nodo gordiano, e l’unico modo per porre fine a questo nodo è tagliarlo con un ascia come ha fatto Alessandro Magno senza pietà!
Bisogna aiutare e accompagnare il presidente dell’Independiente, il signor Cantero, che sta lottando come il Chisciotte contro la mafia radicata nel club grazie ai Grondona (Presidente dell’AFA ed ex Independiente, nda) i Moyano (padre e figli dirigenti sindacalisti, nda) e il PJ (partito justicialista, il partito che governa da più di 10 anni, nda). Si devono contagiare gli altri clubs e cacciar fuori i presidenti che si accordano con le barras bravas e scegliere chi vuole ridare al calcio la magia di una domenica in famiglia, il momento è arrivato!
“Se non lotti per porre fine alla corruzione e al marciume, finirai essendo parte di loro” Joan Baez.

Florencia Arietto

E per finire in bellezza il post, ecco una delicatissima foto di Florencia Arietto che forse manda un messaggio alle Barras!

 

E dopo questa foto siamo sicuri che ARDE LA CIUDAD!! 

Advertisements
One Comment leave one →
  1. claude permalink
    1 settembre 2012 06:49

    beh non vi sembra che le piaccia un po’troppo farsi fotografare?ho avuto la netta impressione che cerchi pubblicita’con ste dichiarazioni!!!va bene parlar chiaro,ma chiunque conosca l’argentina anche superficialm sa che x ottenere dei risultati, bisogna essere soprattutto dei diplomatici eccezionali..sparare a zero su chiunque soprattutto sui potenti, significa crearsi un muro invalicabile davanti!!e soprattutto, finche’ci saranno le villas senza fogne,acqua ecc,finche’il futbol e la barra saranno l’unica possibilita’ di guadagnare rispetto,considerazione,denaro..hai voglia spiegare a un ragazzino che sparare e corrompere e’sbagliato..e l’alternativa credibile dov’e’???poi ed e’pero’un parere personale,ci sono anche cose positive in una barra,di cto nn e’ il male dei mali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: