Skip to content

Cuori Pibes. Mariano Guaraz del Deportivo Moron.

17 dicembre 2012

 

marianoguaraz

 

I campionati sono fermi per la pausa estiva/natalizia e noi ne approfittiamo per aprire una nuova rubrica che vuole ricordare i pibes morti negli stadi argentini (sono circa 300…numero impressionante se paragonato agli standard europei), sia per scontri tra barras che uccisi dalla polizia.
Iniziamo con il ricordo di Mariano Guaraz, ragazzo di 17 anni tifoso del Deportivo Moron ucciso da un proiettile sparato da un poliziotto undici anni fa.

Il 16 Dicembre 2001, allo stadio “Fragata Sarmiento” del quartiere Isidro Casanova, per la Primera B Metropolitana si giocava il derby tra Almirante Brown ed il Deportivo Moron.
Il primo tempo finisce 1-0 per i padroni di casa, il secondo inizia con dieci minuti di ritardo perchè i tifosi del Deportivo Moron avevano rotto la rete, dopo nove minuti di gioco iniziano gli scontri con la polizia e l’arbitro Ruiz decide di sospendere la partita.
Mentre la barra brava del “Gallo” de Moron si scontra con la polizia un gruppo di tifosi decide di lasciare la curva e uscire per mettersi a riparo, tra loro ci sono Miguel Lobato di 34 anni, Luis Chamah di 25 ed il pibe Mariano Guaraz di 17. Tutti e tre sono stati colpiti da spari, i primi due negli arti inferiori mentre il povero Mariano viene colpito alla testa e muore prima di arrivare in ospedale.
Lo sparo mortale è partito della carabina dell’ agente di polizia Alfredo Silva, in tarda serata il Ministro della Sicurezza della Provincia di Buenos Aires Ramon Veron punta il dito contra la polizia, incapace di garantire l’ordine pubblico!
Con la partita sospesa negli spogliatoi continua la polemica, i giocatori dell’ Almirante Brown (basta guardare il video) accusano i giocatori del Deportivo Moron di non calmare ai propri tifosi, di non tirar fuori le palle e per colpa loro i tifosi hanno deciso di sospendere la partita!
Il poliziotto Silva viene arrestato in tarda serata e rinviato a giudizio, a giudicarlo nel 2003 il Tribunale di La Matanza, Silva si difende dichiarando “Pensavo di avere la carabina che spara proiettili di gomma!”  ma il Tribunale risponde “Se lui è un poliziotto un minimo di conoscenze su arme da fuoco deve avere!” “Chi spara in testa ad una persona che sta uscendo per mettersi ai ripari di una zona dove ci sono scontri non può difendersi dicendo che non sapeva che poteva uccidere o fare del male!” “Non si spara in testa alle persone!”
Silva verrà condannato a 18 anni di carcere, due in meno di quelli chiesti dai P.M

marianoguaraz1

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: