Skip to content

“Superclasico” de Mar del Plata: River-Boca 2-0, sugli spalti Di Zeo-Martin 1-0!

20 gennaio 2013
La 12 de Rafa en Mar del Plata

La 12 de Rafa ieri a  Mar del Plata

Ieri allo stadio Jose Maria Minella di Mar del Plata si è giocato il primo dei tre Superclasicos dell’estate 2013, il River con due reti dell’uruguaiano Mora ha batttuto i rivali del Boca per 2-0, non si sono verificati incidenti ma la cosa più significativa della serata Marplatense è stato il colpo della Barra del Rafa Di Zeo che senza violenza si sono ripresi, almeno per una partita, il controllo della curva.

La Polizia della Provincia di Buenos Aires sapeva che poteva essere un sabato violento, LA 12 con i suoi leader ufficiali Mauro e Maxi out (uno in carcere l’altro latitante) e con la giustizia che si fa avanti decidendo venerdì di rinviare a giudizio Rafa Di Zeo per il tentato omicidio dell’Uruguayo Richard (con questo rinvio Di Zeo veniva tagliato fuori come Mauro e Maxi) si poteva pensare ad una guerra tra le due fazioni.
I Dissidenti de LA 12 (i ragazzi del Rafa) si sono mossi con molta intelligenza, si sono fatti i 400 km da Buenos Aires a Mar del Plata in macchine “particolari”, così si sono radunati cinque ore prime dall’inizio del match ai cancelli dallo stadio in circa 700 unità, in macchina si garantivano di arrivare a Mar del Plata senza essere fermati per i controlli della polizia stradale, i pibes del Rafa avevano tutti il biglietto e non avevano pistole ne altre armi…
Alcuni residenti nella zona dello stadio avevano chiamato la polizia denunciando la presenza in zona del Rafa Di Zeo, a quanto pare i dissidenti de La 12 avrebbero preso in affitto tre case nelle vicinanze dallo stadio dove hanno nascosto un vero e proprio arsenale, la stessa cosa avrebbero fatto i ragazzi de La 12 Oficial!

All’apertura dei cancelli i ragazzi del Rafa si sono impadroniti della curva, solo uno di loro, Daniel Salto, è stato fermato perche su di lui era stato applicato il “derecho de admision”. Al Commissario Daniel De Grecco della polizia di Mar del Plata ed i suoi 1300 uomini non è rimasto altro che cercare di fermare i pullman de La 12 ufficiale in arrivo alla città per rispedirli a Buenos Aires cercando di evitare scontri in curva. I quattro torpedoni con gli eredi di Mauro sono stati fermati a Dolores (località a meta strada tra Buenos Aires e Mar del Plata), i pullman sono stati perquisiti e la polizia ha sequestrato diverse pistole e una gran quantità di droga.
Secondo alcuni membri de La 12 Oficial in settimana ci sono state diverse telefonate dai dissidenti per organizzare un combattimento e risolvere il problema della leadership de La 12.

Quando il Boca gioca nel territorio della città di Buenos Aires (in casa o contro River,San Lorenzo, All Boys, Velez o Argentinos Juniors) per i dissidenti è impossibile tentare il colpo, La 12 Oficial gode della protezione della Polizia Federal, le cose cambiano quando si attraversano i confini della città e si va o in periferia o nelle altre provincie, la barra oficial non ha gli stessi agganci con la polizia e diventa più facile per i pibes del Rafa Di Zeo tentare il colpaccio come ieri a Mar del Plata.
Il primo Round è finito, al momento Rafa batte Mauro 1-0!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: