Skip to content

Ascenso Violento: quando i giocatori picchiano i propri barras bravas!

19 febbraio 2013

0tapaoleascenso

Incredibile (ma vero!) quello che è successo sabato scorso (domenica mattina avevamo postato il video sulla nostra pagina Facebook).
Aallo stadio “Juan Pasquale” del Bajo Belgrano per la Primera B Metropolitana (terza divisione per le squadre di Buenos Aires) si affrontavano il Defensores de Belgrano ed il Deportivo Moron, il primo tempo si chiude con un pesante 0-3 per il “Gallo” de Moron che  per il “Dragon” del Bajo Belgrano significa la settima sconfitta di fila che vale l’ultimo posto in classifica.
La Barra inizia a contestare pesantemente la squadra, i dirigenti e l’allenatore Oscar “Cachin” Blanco, ad un certo punto un Barra Brava decide di entrare in campo, prima colpisce il portiere Bangert, poi il centrocampista Serrano, ma Nahuel Fioretto (ex Boca, Huracan e Nueva Chicago) decide di affrontare l’invasore! Pugni e calci ed il temibile Barra Brava retrocede per poi lanciargli un seggiolino rubato ad un fotografo, la polizia lo guarda e sembra aiutarlo a scavalcare la rete per tornare nel settore!
Dopo dieci minuti l’arbitro German Bermudez decide di continuare il match ma prima come da regolamento espelle Fioretto per aggressione in campo ai danni di un “tifoso”! Il Defensores rimane in 8 uomini ed il Deportivo Moron decide di non attaccare più e tenersi il 0-3 per evitare ulteriori problemi.

I giocatori del Defensores hanno lasciato lo stadio dopo 40 minuti dall’uscita della squadra ospite mentre Fioretto ha dovuto rimanere a lungo custodito dalla Polizia Federal, fuori la barra del Dragon cantava “Ya lo veo a Fioretto esquivando balas por Libertador!” (“Lo vediamo Fioretto schivando spari per Libertador!”)  un coro che dimostra la mentalità di questa tifoseria. Se avessero avuto le palle non entrava solo uno di loro in campo e mentre quel unico elemento le prendeva da un solo giocatori a mani nude, potevano rompere la rete o scavalcare e aiutarlo
Urlare di sparare fuori lo stadio e da gente senza palle, in qualche altro stadio di Buenos Aires la storia finiva molto diversamente!
Il Barra Brava curiosamente dopo essere stato aiutato dai poliziotti a scavalcare la rete per tornare in curva, è stato fermato dopo la partita per essere identificato, ma visto che Fioretto non aveva denunciato nessuno è stato rilasciato subito.
Adesso bisogna attendere la decisione del giudice sportivo, vediamo quante giornate si becca Fioretto e sicuramente per il Defensores ci sarà una multa salata e una squalifica del campo o magari qualche partita a porte chiuse.

Onore a Fioretto che ha dimostrato di avere più palle che la propria tifoseria!

Annunci
2 commenti leave one →
  1. claude permalink
    20 febbraio 2013 11:12

    fioretto uno di noi!!

  2. 20 febbraio 2013 22:38

    La storia è quasi surreale, ma complimenti a Fioretto… che purtroppo pagherà lui quando dovrebbe a “pagarla” dovrebbe essere il Barra Brava

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: