Skip to content

Interior. Finale play-off, Argentino de Quilmes (Rafaela) – ADEO (Cañada de Gomez) sospesa dopo la convalida di un gol irregolare per i padroni di casa.

22 aprile 2013
Severi ma giusti!

Severi ma giusti!

Un altra Final Play-Off del TDI (Torneo del Interior) che regala emozioni.
Siamo a Rafaela, in provincia di Santa Fe, e questa finale si gioca sabato perche domenica si giocava per la serie A Atletico de Rafaela-Independiente.
Allo stadio “Agustin Giuliani” di Barrio Italia dopo il 2-2 dell’andata l’ Argentino de Quilmes di Rafaela affronta l’ ADEO (Asociacion Deportiva Everton Olimpia) di Cañada de Gomez, un altra città della provincia di Santa Fe vicina a Rosario.
La partita “inizia” già il venerdì, mentre la squadra ospite si allena nel campo dello Sportivo Ben Hur, alcuni sostenitori dell’Argentino de Quilmes si avvicinano al campo d’allenamento e lanciano bombe carta ed alla fine dell’allenamento  i giocatori dell’ ADEO lasciano l’albergo del campo sportivo del Ben Hur ed anzichè andare in pullman verso lo stadio prendono 7 remise (autonoleggio con conducente che costa meno di un taxi), qualcuno informa i sostenitori dell’ Argentino de Quilmes, le macchine sono scortate da due volanti che spariscono al segnale di un uomo sospetto in motorino e all’improvviso vengono investite da una pioggia di sassi!
I ragazzi dell’ ADEO arrivano in tempo per la partita e decidono di giocare e cercare di vincere sul campo.
La partita è molto equilibrata, mancano pochi minuti, ormai il pari sembra segnato e si avvicinano i rigori.
Ma al minuto 81, parte un cross in area e Luis Boiero in scivolata (e con “la mano de Dios“) segna per i padroni di casa, gli ospiti protestano ma per l’arbitro Marcelo Sosa di Rosario la rete è valida!

I ragazzi del ADEO che vedono sfumare i sogni di gloria perdono la testa e cercano di aggredire l’arbitro e il guardalinee, i propri sostenitori che si trovavano proprio dietro quella porta cercano d’invadere il campo per dare una mano ai ragazzi, scoppia la rissa in campo, pugni spintoni e la solita repressione della polizia che spara proiettili in gomma e qualche gas al peperoncino contro gli ospiti ed a questo punto la partita viene sospesa.

Adesso dovrà decidere il Giudice Sportivo del Torneo del Interio, se far giocare i 9 minuti che mancano a porte chiuse o finire il match con il risultato di 1-0 per i padroni di casa che significherebbe la promozione al Torneo Argentino B (quarta divisione del calcio per i clubs del Interior) per l’ Argentino de Quilmes.

Il video, complimenti ai ragazzi del ADEO, severi ma giusti!!!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: