Skip to content

Faida de La 12: Altri 2 Morti, Tiros E Libertad para todos!

22 luglio 2013

cronicatapamuerto

L’ennesima puntata della faida de La 12 è scoppiata domenica pomeriggio nei pressi del Nuevo Gasometro prima di un incontro amichevole tra San Lorenzo e Boca.
Ormai tutti voi sapete che ci sono stati due morti, il 33 enne Marcelo Carnevale ed il 44 enne Angel Martin Diaz, ci sono dei giornali Italiani che addirittura parlano che un giornalista avrebbe anticipato/pronosticato i fatti, come se nessuno sapesse dell’interna de La 12 ma non raccontano o non vogliono raccontare tante cose.

Circa un mese fa allo stadio Unico de La Plata, la polizia ha ammazzato “El Zurdo” della Barra del Lanus, dal Governo e gli organismi di sicurezza adottano le prime misure repressive “Divieto di Trasferta e disarmare la polizia“. Si giocano le due partite mancanti del Torneo Final e si arriva alla sosta invernale.
Si decide di organizzare delle amichevoli e curiosamente si aprono di nuovo i settori ai tifosi ospiti, la scorsa settimana il Boca si presenta allo stadio Unico di La Plata per un amichevole contro l’Estudiantes ed alcuni fedeli lettori di questo blog notano che in curva del Boca c’erano gruppi de La 12 “Oficial” ed alcuni membri dei “dissidenti” del Rafa di Zeo in incognito. Nel pre-partita è accaduto un piccolo episodio, dei ragazzi fedeli al Rafa Di Zeo della sezione Lomas sono stati riconosciuti da alcuni membri de La 12 “Oficial” nei pressi dello stadio Unico, hanno presso qualche schiaffo e le due macchine in cui viaggiavano sono state danneggiate.

Con questo precedente era facile prevedere una vendetta alla prima occasione, e curiosamente la prima occasione era il derby San Lorenzo – Boca in uno stadio situato in una zona molto insicura della città di Buenos Aires.
In settimana il San Lorenzo spedisce al Boca 4500 biglietti del settore ospiti per essere venduti con il solito sistema del Ranking dei Soci, ma il Boca non riesce a venderli tutti e venerdì sera restituisce circa 1800 biglietti.
Gli organismi della Pubblica Sicurezza consigliano al San Lorenzo di ritirare i tagliandi della vendita, ma il club di Boedo decide di venderli ai botteghini dello stadio domenica a partire delle ore 15.
La scelta del San Lorenzo è l’inizio della fine, con il sistema del Ranking dei Soci i ragazzi del Rafa Di Zeo sono stati sempre tagliati fuori delle trasferte (A La Bombonera non riescono ad entrare senza la tessera soci) e adesso si trovano 1800 biglietti a disposizione in vendita nei botteghini dello stadio.
I fedelissimi al Rafa (che non è andato allo stadio, si trovava con la famiglia nella zona nord di Buenos Aires secondo le prime ricostruzioni) si presentano alle ore 14.30 con Marcelo Aravena detto “Marcelo de Lomas” come capo, i ragazzi si nascondono nei pressi dello stadio, è ancora presto e di polizia ce ne ben poca, i poliziotti stanno transennando gli ingressi dello stadio. All’improvviso (ma tutti ormai lo sapevano) arriva La 12 “Oficial” con Cristian Debaux detto Fido al commando. Uno si potrebbe chiede come mai La 12 Oficial che si ritrova sempre a La Bombonera e viaggia sempre con la polizia che la controlla sia arrivata senza scorta al Nuevo Gasometro.
Lo scontro è inevitabile, inizia il Far West con numerosi spari e con la polizia che deve correre ai ripari. “Ho detto a miei uomini di mettersi a riparo con il giubbotto anti-proiettili, da due mesi ci hanno tolto le pistole quando facciamo servizio allo stadio cosa potevano fare i miei ragazzi” si difende il capo del servizio d’ordine pubblico.
Lo scontro dura circa 30 minuti fin quando sul posto arriva la Gendarmeria, ci sono più di 150 bossoli e una gran quantità di spranghe di ferro per terra.
I due morti sono Marcelo Carnevale, colpito al torace, “Era un tifoso normale, andava sempre a vedere il Boca da solo” dice la sorella, ma suo padre la pensa in un modo diverso “Me l’hanno ammazzato i putos de la barra del Rafa, quelli di Lugano e di Lomas, che mi vengano a cercare, li affronto uno a uno a mani nude se hanno le palle!”
L’altro morto si chiama Angel Diaz, una vita a fianco del Rafa, era stato colpito di una coltellata in uno scontro con Los Borrachos del Tablon nel 2002 ed era stato indagato e processato assieme al Rafa con la cupola de La 12 nella causa per associazione a delinquere, era stato dichiarato innocente assieme a tutta La 12 ed era uno di quelli che cantava “Questa è la Banda del Rafa che torna delle ferie, uccideremmo a tutti i traditori!” fuori dai Tribunali di Buenos Aires. Diaz è stato colpito al torace il suo corpo è stato abbandonato da una macchina al pronto soccorso dell’Ospedale Santojanni
Ricoverate in ospedale restano altre 4 persone (2 morti e 4 feriti se consideriamo che hanno sparato più di 150 volte è un vero miracolo!), Carlos Suarez 34 anni colpito all’addome è stato operato d’urgenza e le sue condizioni sono gravi. Gabriel Marino 39 anni colpito ai glutei e Miguel Chavez con uno sparo nel braccio è stato trovato con una tessera taroccata di socio del Boca, tutti i feriti si trovano all’Ospedale Argerich della Boca.
Si vocifera che in tarda serata è passato Fernando Di Zeo il fratello del Rafa per visitare i ragazzi e che è dovuto uscire di nascosto.
Le forze del ordine puntano il dito sul Rafa Di Zeo ma a difenderlo è il suo legale, l’avvocato Jose Monteleone “Lui ha detto che non tornava più alla Barra del Boca e ha rispettato la sua parola, quando lui ha smesso di andare tutti i gruppi hanno iniziato a lottare per prendersi la leadership, una fazione si identifica con lui per combattere contro quella di Mauro, ma il Rafa non centra niente era con la sua famiglia in giro per la zona nord

Dopo la sparatoria il Segretario della Pubblica Sicurezza, Sergio Berni conferma che hanno trovato due pistole e che nei pressi della zona dove è stato ucciso Carnevale hanno arrestato un uomo che portava una pistola calibro 45.
Berni ha anche annunciato che il Torneo Inicial 2013 inizierà senza tifosi ospiti, quindi tornano a vietare le trasferte e ci chiediamo cosa significhi vietare le trasferte se sa spararsi sono membri della stessa tifoseria.
Siamo sicuri che non si sparino tra un mese nei pressi de La Bombonera? I tifosi delle altre squadre cosa centrano con la faida de La 12? E vogliamo parlare dei tifosi delle squadre delle serie minori che sono 6 anni che non possono andare in trasferta per la violenza?

Le indagini sono a carico del P.M  Patricio Lugones e il G.I.P Gustavo Perretti,

L’unico arrestato (non si conosce il nome) è stato liberato stamattina, anche se il tizio era stato arrestato durante gli scontri nelle vicinanze di dove è morto Carnevale ed era in possesso di una calibro 45 non si può dimostrare che ha partecipato agli scontri!

Intanto è gia iniziato il tradizionale scarica barile, Angelici presidente del Boca da la colpa allo Stato che conosce tutti i Barras ma non fa niente, la polizia da la colpa al San Lorenzo che ha deciso di vendere i biglietti.
I media continuano a parlare della violenza nel calcio e vendono più giornali, i giornalisti si riempiranno la bocca dicendo “lo sapevate” “noi l’avevamo detto!” e le solite frasi fate, nel frattempo si continuano ad ammazzare ma a nessuno gliene frega nulla, si vietano le trasferte per una giornata, poi si parlerà dei diritti dei tifosi ad andare in trasferta, si riapriranno le trasferte, si parlerà nuovamente della Tessera AFAPLUS per controllare gli accessi negli stadi, tanto si sparano e si ammazzano fuori!
Parlano parlano ma alla fine non cambiera mai un cazzo!

Rafa Di Zeo nel libro de La 12 diceva “Tu pensi che con me in galera, con tutti i barras in galera la violenza sparisce del calcio?, No perche questo è una scuola di vita, è eredita , eredita eredita!e continuerà per sempre perche il calcio è cosi, La violenza non la generiamo noi, solo succede, è li nel calcio, la polizia puo organizzare un bel servizio d’ordine ma se si sbagliano e si trovano fronte a fronte due barras succede! e questo non finira mai!

Il Rafa parlava di scontri tra barras di diversa fede calcistica, i tempi sono cambiati e domenica scorsa allo stadio del San Lorenzo il servizio d’ordine non ha funzionato.

Tiros e Libertad para todos!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: