Skip to content

Barra brava del Nueva Chicago ricercato per 8 rapine in banca, arrestato dopo 5 mesi di latitanza all’uscita dello stadio!

28 agosto 2013
Walter "Osito" Meniz arrestato allo stadio del UAI

Walter “Osito” Meniz arrestato allo stadio del UAI

Questa è una malattia che non va più via! Ma non resisto lontano da te” coro parecchio usato nelle curve italiane potrebbe cantare tranquillamente Walter “Osito” (orsetto) Meniz in curva del suo amato Nueva Chicago.
La sua storia ha dell’ incredibile.
Ricercato da 5 mesi dalla Policia Federal e della Policia di Buenos Aires per 8 rapine a mano armata in diverse banche della città e della periferia di Buenos Aires, viene arrestato sabato scorso all’uscita di UAI Urquiza – Nueva Chicago dove tra l’altro non poteva essere allo stadio perche nella Primera B esiste il divieto assoluto di trasferte, ma lui come altri 15-20 barras bravas del Nueva Chicago (lo fanno tutte le squadre) riescono sempre ad entrare lo stesso grazie agli accrediti che la società che gioca in casa regala agli ospiti (una sorte di patto tra squadre per scavalcare il divieto e regalare ai più fedelissimi barras bravas la possibilità di seguire la squadra del cuore in trasferta come accompagnatori)

Erano circa 5 mesi che lo seguivamo, stavamo lavorando con la Policia Federal ed abbiamo scoperto questa banda che rapinava le banche, grazie alle telecamere delle banche, altri filmati ed intercettazioni telefoniche siamo riusciti ad identificare 4 persone, una di loro era questo Meniz” dichiara alla stampa il Commissario della Policia di Buenos Aires Daniel Giudice.
Lo scorso 31 luglio all’incrocio de Avenida del Trabajo e Calle Larrazabal nel cuore del quartiere di Mataderos, vicino lo stadio del Nueva Chicago, la Policia Federal ha arrestato il boss della banda conosciuto come “El Viejo Juan” che girava con la Ford Ecosport con la quale la banda metteva a segno i colpi.
Il 1 Agosto è stato perquisito l’appartamento del “Osito” Meniz nel cuore del quartiere popolare La Tablada, Meniz era sparito da tempo ma gli inquirenti hanno trovato gli abiti della banda oltre a due pistole e diversi proiettili.
Grazie alle intercettazioni telefoniche abbiamo scoperto che si era trasferito in una casa all’interno de Ciudad Oculta, la favela più pericolosa del quartiere di Mataderos, là non potevamo entrare a prenderlo perchè sarebbe scoppiata una vera guerriglia urbana, lui da circa 2 mesi non usciva di quella casa nemmeno per visitare i parenti o familiari, sapevamo solo che usciva per andare a vedere il Nueva Chicago, prenderlo in una partita in casa era un problema perchè arrestare una persona all’interno di uno stadio non è una cosa facile, sapevamo che andava in trasferta anche se c’è il divieto e che riusciva ad entrare senza l’accredito e quindi abbiam deciso di andare a prenderlo alla prima trasferta utile” spiega uno degli inquirenti.
Siamo arrivati presto allo stadio della neopromossa UAI Urquiza (nel quartiere di periferia di Villa Lynch) eravamo 8 uomini in borghese appena l’abbiamo identificato abbiamo avvisato la Guardia de Infanteria e gli uomini della Policia di Buenos Aires, a fine partita (vinta dal Chicago 1-0) abbiamo deciso di intervenire
Meniz ha lasciato lo stadio assieme agli altri barras bravas del Chicago, tutti “casual” e senza segni distintivi della propria squadra e quando il suo gruppo si stava avvicinando alle macchine gli uomini in borghese sono andati a prenderlo. Gli amici hanno reagito pensando fosse un agguato dei tifosi del Chacarita (nemici del Nueva Chicago) visto che lo stadio del UAI Urquiza nel quartiere di Villa Lynch è molto vicino allo stadio dei Funebreros. I ragazzi hanno iniziato a lanciare sassi contro i poliziotti ma poi eèpartita una carica della Guardia de Infanteria e sono dovuti scappare lasciando solo  “Osito” che adesso si trova detenuto in carcere accusato di 8 rapine a mano armata.

Fuori i Barras Bravas dalle galere!

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: